Armocromia: storia, definizione e il nostro metodo

L’armocromia è una delle parole più ricercate dello scorso anno, ma di cosa si tratta e, soprattutto come può essere sfruttato dal consulente d’immagine senza diventare uno strumento limitante? Scopriamolo insieme. 

Cosa è l’armocromia?

L’armocromia è una componente fondamentale dell’attività del consulente d’immagine: si tratta infatti di una disciplina attraverso la quale è possibile fornire un suggerimento concreto e affidabile su quali tonalità siano capaci di valorizzare una figura e quali, invece, siano sconsigliati. 

Al di là dell’esito della consulenza armocromatica è opportuno sottolineare l’esistenza di un fondamento scientifico dietro questa tecnica: la teoria del colore, infatti, ha un fondamento rigoroso che non si limita alla semplice percezione personale degli accostamenti cromatici. Sussiste, infatti, una spiegazione scientifica del motivo per cui alcune persone hanno un incarnato che tende al rosato, piuttosto che una tonalità più olivastra: questo motivazioni sono supportate dal nostro patrimonio genetico ereditario. 

Quando è nata l’armocromia?

Le teorie alle quali si può attingere per approfondire lo studio dei colori sono numerose e la storia è ricca di aneddoti e voci autorevoli che hanno trattato questo argomento. Uno dei contributi più autorevoli è sicuramente quello proposto da Johann Wolfgang von Goethe che nel 1810 pubblicò un’opera particolarmente fortunata, intitolata “La teoria dei colori”: all’interno del volume, lo scrittore, poeta e scienziato tedesco polemizza in maniera esplicita contro l’approccio matematico e fisico degli studi di Newton: al contrario dello scienziato, Goethe è portavoce di una visione più romantica della teoria dei colori in cui le singole tinte esistono solo in funzione dell’occhio che le percepisce. 

Successivamente, verso la metà del ‘900, durante i decenni di maggiore fermento intellettuale, che avviene lo straordinario incontro tra le teorie filosofiche e l’allora nascente industria dello spettacolo: l’esito è sotto agli occhi di tutti ed è parte fondante dell’efficacia e del seguito che l’armocromia riscuote quotidianamente. 

Il cerchio di Itten

Johannes Itten è uno studioso che è famoso soprattutto per aver inventato la ruota dei colori. Si tratta di uno strumento noto e che permette di avere un’idea di massima degli accostamenti cromatici vincenti. All’interno del cerchio si trova un triangolo che contiene tre colori al proprio interno, noti come colori primari (rosso, giallo e blu). Dalla mescolanza di questi tre colori si ottengono i colori secondari; il cerchio più esterno comprende 12 colori (colori terziari) ossia tutte le cromie ottenute dall’unione con i colori primari. 

Il cerchio di Itten è un prezioso alleato quando si parla di armocromia, ma – come tutti gli strumenti di cui si serve un consulente d’immagine – deve essere utilizzato in maniera funzionale e non limitante. 

Qual è il vero significato dell’armocromia? 

Per poter comprendere appieno il significato dell’analisi armocromatica, è opportuno ricordare che il fine ultimo di questa attività è la creazione di una palette personalizzata che il consulente d’immagine crea sulla base non solo della stagione di appartenenza, ma anche e soprattutto del gusto personale e delle preferenze dell’individuo stesso. 

L’armocromia è infatti uno strumento prima di tutto e non uno scopo da raggiungere. 

Inoltre, bisogna tenere presente che l’esito dell’analisi del colore può essere tenuto in considerazione in modo da poter prendere delle scelte ponderate in base ai propri obiettivi. Se, ad esempio, si desidera mettere in luce il viso è preferibile attenersi a quanto suggerito dalla palette, ma nulla vieta di poter utilizzare le tonalità “non amiche” purché non a contatto diretto col volto. 

Il metodo SH

Il metodo SH pone al centro della propria riflessione il gusto personale dell’individuo e utilizza l’analisi del colore come strumento per poter valorizzare l’aspetto esteriore della persona stessa. 

Al termine dell’analisi armocromatica infatti viene elaborata una palette personalizzata che, partendo dalla stagione di appartenenza e dal sottotono di ciascuno, elabora un pool di colori che rispecchino soprattutto la personalità e le ambizioni di chi le dovrà utilizzare. 

Se desideri richiedere un appuntamento per l’analisi del colore non esitare a contattarci: saremo lieto di conoscerti e supportarti nella creazione di una palette personalizzata e unica.